Logo

Meet the media guru

Event
dicembre 29, 2016

Dal 31 maggio al 27 luglio 2016 l’innovazione e la cultura digitale hanno abitato gli spazi della Triennale di Milano con il programma speciale Future Ways of Living, realizzato insieme a Meet the Media Guru.

Il ciclo di conferenze – anche se forse è riduttivo chiamarle così – incentrato sul futuro del design ha portato a Milano alcuni tra gli interpreti più interessanti della scena mondiale, invitandoli a riflettere con il pubblico sul tema della mostra Triennale Design After Design.

Gli ospiti che hanno animato gli incontri sono stati il kenyota Mugendi K. M’Rithaa, presidente del World Design Organization, attivista, professore universitario a Città del Capo e promotore del design africano, Jonathan Woetzel, direttore di McKinsey China, John Thackara, giornalista e teorico del design, Luigi Ferrara, architetto e direttore dell’Institute Without Boundaries George Brown College di Toronto. Tutte personalità di spicco della cultura, uniti dalla capacità di visione e dall’originalità delle prospettive di ricerca.

La chiusura di questo affascinante percorso è stata affidata ad un ospite particolarmente interessante, ovvero l’antropologo statunitense di origine indiana Arjun Appadurai, autore de Il futuro come fatto culturale e tra i massimi esperti di studi post-coloniali e globalizzazione. Appadurai, che è anche Goddard Professor of Media, Culture and Communication alla New York University, ha chiuso l’edizione 2016 parlando di futuro in una  prospettiva elaborata attraverso la lente dell’etnografia dell’aspirazione, un termine criptico che racchiude un’idea affascinante, ossia che il modo di progettare il futuro di una comunità dipenda da un sistema di valori legati alla dimensione locale in cui la comunità stessa si colloca, dalla sua storia e dal suo linguaggio. In questa prospettiva, il futuro diventa un progetto e non un fato; la consapevolezza del soggetto che lo immagina ne determina direttamente la possibilità di intervento.

Per approfondire il pensiero di Appadurai sulla “modernità diffusa”, sull’urbanizzazione, l’impatto dei media nei paesi in via di sviluppo, le migrazioni e molti altri temi chiave del dibattito contemporaneo, consigliamo di leggere questo articolo apparso su Ceasfire Magazine. Un’occasione per immaginare un futuro possibile, a partire dalla situazione attuale, scoprendo delle risorse inaspettate anche in un presente carico di conflitti e di sfide.